Audi Keynote International CES, Las Vegas

7 gen 2014 by Rossella, No Comments »

Signore e signori , è bello essere di nuovo al CES International, il palcoscenico indiscusso di innovazione .
Alla Audi , siamo orgogliosi dei nostri sforzi per sfruttare la tecnologia per rendere i nostri veicoli più sicuri , più efficienti e più emozionante che mai.
Nel 2011 , abbiamo introdotto il nostro concetto di infotainment modulare qui al CES .
Nel 2012 , abbiamo presentato la connettività all’interno della vettura e ha spiegato come ci connettiamo i veicoli con il loro ambiente .
Nel 2013 , abbiamo introdotto il nostro Matrix tecnologia di illuminazione a LED nuova e creato un sacco di emozioni con la nostra guida pilotato e parcheggio demo.

Audi Keynote International CES 2014


E oggi , condivideremo la connettività , la guida pilotata e altre innovazioni in rapida evoluzione . Più di tutto , ci stanno mostrando l’intero spettro di ciò che significa essere un leader nell’innovazione . Con lo sviluppo di tecnologie che mostrano nostra industria e di governo stakeholder di tutto il mondo come arrivare dal punto A al punto B in modo più efficiente – e , naturalmente, più sicuro .
Onorevoli colleghi , la macchina Gary Shapiro , presidente e CEO della Consumer Electronics Association , e sono arrivato in è una Horch 850 dei primi anni 1930 . A quel tempo , Horch era sinonimo di automobili più esclusive e tecnicamente più avanzati – in Germania e oltre. Un vero marchio premium della sua epoca , una delle società precedenti di Audi – e il suo spirito porta avanti . Arrivando in questo veicolo , si arriva a godere l’esperienza di guida che molti proprietari di una Horch goduto circa 80 anni fa – una esperienza di guida pilotato .
E oggi , stiamo ridefinendo quello ” pilotato guida”: per una nuova era .
Ma prima di farlo , mi permetta di fare un passo indietro alla storia dell’automobile .
A mio avviso , che la storia si divide in quattro epoche.


Nel primo periodo, gli uomini hanno creato una macchina e hanno cercato di spingere i suoi limiti . Driver stretti nei sedili delle loro Frecce d’Argento , casco e occhiali adeguati , e guidavano come matti .
Il secondo periodo era quello di domare la macchina . Rendere affidabile . Rendere il lavoro per le persone . Cambiando da una novità a uno strumento di vita quotidiana .
Il terzo periodo è l’era dal tempo di Horch fino ad oggi – guadagni costanti in termini di sicurezza , efficienza , tecnologia e lusso. La maggior parte delle auto , sotto il cofano, non erano troppo diverse da questa Horch qui .
Oggi , vediamo un periodo di grandi cambiamenti . Credo che il quarto periodo, quello in cui ci stiamo muovendo,è quello dalla raffinazione dell’automobile, a ridefinire la mobilità.
I nostri clienti in tutto il mondo ci dicono cosa si aspettano da un Audi – e si parla di volere:
Offerte di mobilità che hanno senso in un ambiente urbano e corrispondano alle loro esigenze individuali .
Le offerte che includono parcheggio navigazione , la congestione del traffico e di tutte le altre aree in cui il piacere di guida è limitata .
E i clienti vogliono strutture che consentono loro di essere efficiente durante la guida , il pendolarismo , e viaggiare .
Si tratta di un vero e proprio mega- trend. Non importa chi ci chiediamo , non importa dove vivono, le persone vogliono essere collegati . Quindi, se la mobilità raggiungeva circa punti di connessione e delle persone, è ora sul collegamento del guidatore con la vettura , dintorni della vettura , l’infrastruttura del traffico , e tutti gli altri elementi collegati della loro vita .
Siamo impegnati a perfezionare costantemente le nostre automobili in modo che essi dimostrano : best – in-class prestazioni ed efficienza , maneggevolezza sportiva e dinamica , sicurezza e comfort , design mozzafiato , montaggio premium e di qualità superiore .
E siamo ugualmente impegnati a ridefinire la mobilità. Che comprende tutto, da come l’automobile è alimentata – con i progressi nel campo dell’elettronica , ibridi – elettrici e la tecnologia diesel avanzata per colmare il divario tra elettronica di consumo e dell’elettronica automobilistica , colmare il divario tra il modo collegato siete nel vostro veicolo e collegato sei nella tua vita , colmare il divario tra fantascienza e la realtà sulla strada . Questo è ciò che speriamo di evidenziare oggi .
Il nostro motto è ” All’avanguardia della tecnica . ” Con la maggior parte delle innovazioni nel campo dell’ingegneria automobilistica basandosi su elettrico o elettronico, diventa evidente il motivo per cui è altrettanto importante per noi essere a spettacoli di elettronica come è di essere a show di auto .
Mentre il mondo della elettronica e automotive sono sempre più vicini , i cicli di innovazione delle nostre industrie sono molto diversi . Se si guida un modello del 2012 , ricordate che gli ingegneri hanno cominciato a pensare alla tua auto nel 2005 . Sette anni non è una vita per i veicoli , ma è molte vite per l’elettronica , dove la velocità di innovazione è molto più veloce – e il tempo necessario per ottenere che l’innovazione al mercato.
Questo suona come una grande sfida . Ed è !
Anche se io preferirei chiamarla una grande opportunità . Un’occasione per ridefinire e sincronizzare il processo di sviluppo prodotto – sia per il settore automobilistico e dell’elettronica .
Ed è per questo che stiamo costruendo su un ecosistema globale di partner .
A titolo di esempio , lavoriamo con Qualcomm , un fornitore leader di soluzioni wireless innovative . Essi forniscono l’hardware per portare la connettività LTE ad alta velocità per le nostre auto .
Grazie a questa collaborazione , nell’estate del 2013 , Audi è diventata la prima casa automobilistica a livello mondiale per portare i servizi LTE completamente integrati al mercato.
Prima ho detto che noi ascoltiamo con attenzione a quello che ci dicono i nostri clienti. Uno dei pezzi di feedback che sentiamo parlare di elettronica automobilistica è che sono troppo complessi da gestire , soprattutto mentre si guida . Il nostro approccio è semplice e lineare : più funzioni , meno distrazioni . Compiamo questo attraverso un sistema che chiamiamo ” interfaccia uomo-macchina ” . Essa facilita il dialogo tra guidatore e vettura – e ha subito un cambiamento rivoluzionario .
Al CES , vediamo l’impegno dell’industria elettronica alla user experience .
E ci siamo concentrati sul miglioramento dell’esperienza utente pure . Abbiamo lanciato la manopola con touchpad in Audi A8 nel 2010 , più tardi per l’Audi A6 . Nel frattempo , abbiamo srotolato questo concetto al segmento delle compatte . Oggi , troverete questa caratteristica nella nostra famiglia Audi A3 .
E grazie ai nostri sforzi congiunti con Google – quando si infili nella tua Audi , l’interfaccia si sentirà familiare , perché la vostra Audi è ora più intuitivo che mai . Il touchpad risponde alla vostra scrittura . E con attivazione vocale , è possibile interagire con la vostra auto senza togliere le mani dal volante . Questi sistemi sono parte della Audi S3 che vediamo qui sul palco – veramente una vasta gamma di ultima elettronica di una vettura compatta .
E il cockpit virtuale della nuova Audi TT 3 offre un concetto di comando e visualizzazione unica . Il display è personalizzato per ogni driver . Presenta automaticamente le informazioni più rilevanti , a seconda che ci si trovi parcheggio o bloccato in un ingorgo . L’informazione è facile da individuare , funzioni vocali sono ottimizzati e prestazioni del sistema è eccezionale . Il futuro è quasi qui .
Una delle cose che facciamo in Audi è che noi guardiamo oltre. Stiamo spingendo i limiti e pensare oltre l’orizzonte . Siamo stati i primi a venire a CES nel 2011. Oggi , siamo in sintonia con l’industria elettronica . E non ci fermiamo con l’aggiunta di hardware per il prodotto . Alla Audi , si tratta anche di brainware – come pensiamo sulla società .
Pensiamo a come la sincronizzazione con il futuro della mobilità – e che richiede di dare un’occhiata più olistico . Il futuro della mobilità è sempre più legata al nostro futuro urbano . Venti anni da oggi , due terzi della popolazione del pianeta vivrà nelle città .
Quale sarà la città del futuro? Ci sarà rumore , l’inquinamento e il traffico aumenterà?
In termini di mobilità , nel 2050 sarà la nostra incroci e semafori apparire come quelli che conosciamo ? Oppure vedremo strade intelligenti con elettronica integrata a noi guidare la nostra strada ?
Se abbiamo nuove modalità di trasporto – come potranno interagire tra di loro ?
Le future generazioni anche guidare ? Quale sarà l’ecosistema mobilità assomigliare ?
Queste sono solo alcune delle domande che ci rivolgiamo in Audi Urban Future .
Dal 2010 , abbiamo collaborato con architetti, urbanisti e futuristi – che cercano i loro idee e guadagnando la loro prospettiva .
E siamo orgogliosi di aver recentemente stipulato una partnership di punta che ci permetterà di dimostrare nuove tecnologie e nuove idee . In qualità di fornitore ufficiale delle automobili premium al Comitato Olimpico Internazionale , Audi e il CIO hanno annunciato un accordo strategico pionieristico per la nuova sede del CIO attualmente previsti per Losanna, in Svizzera .
Come consulente di mobilità esclusivo , svilupperemo soluzioni premium di mobilità per il nuovo campus e sosterremo una conferenza internazionale di architettura della concorrenza .
Pensiamo che questo sia un ambiente di prova ideale per le tecnologie come Audi connect e parcheggio pilotato . Non vediamo l’ ora di condividere la nostra esperienza per portare questi interessanti progetti , e questo grande progetto , a buon fine.
Per spingere ulteriormente il dialogo sulla mobilità urbana , Audi ha anche lanciato un premio mobilità internazionale , l’Audi Urban Future Award . Quest’anno , team interdisciplinari provenienti da tre continenti si presenti con soluzioni di mobilità premium per un contesto urbano esistente . Abbiamo dato il via il concorso di quest’anno , con un passo di velocità in linea di tre squadre negli Stati Uniti . In sole due settimane , abbiamo visto più di 10 milioni di Twitter impressioni. Prendiamo questo come un segnale incoraggiante che il futuro della mobilità urbana sta guadagnando sempre più importanza a livello mondiale .
E ‘ mio grande piacere di annunciare la squadra vincente che parteciperà 2014 Premio Audi Urban Future : Philip Parsons , urbanista e fondatore di Sasaki strategie , e Federico Parolotto , esperto di mobilità e principale della mobilità a catena .
Il loro argomento era quello di creare un nuovo mercato online per la mobilità . Congratulazioni , Filippo e Federico ! E buona fortuna per il progetto !
Abbiamo guardato al di là della macchina , e continueremo a guardare oltre il nostro tempo .
Già , questo pensiero ha plasmato il nostro approccio nei confronti di vetture connesse e automobili in evoluzione a diventare il più grande dispositivi mobili sociali che possediamo .
Come prima di oggi ho già detto , stiamo portando le persone , sia fisicamente che emotivamente .
La mobilità è sempre sulla connettività . Questo è quello che avete visto qui oggi – mobilità , connettività , e l’impegno di Audi non solo di ” definire le automobili ” , ma a ” ridefinire la mobilità ” .

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.